Home

Gucci e le sfilate: si cambia

25 Maggio 2020 Redazione Company


“Ci incontreremo solo due volte l’anno per condividere i capitoli di una nuova storia. Si tratterà di capitoli irregolari, impertinenti e profondamente liberi. Saranno scritti mescolando le regole e i generi. Si nutriranno di nuovi spazi, codici linguistici e piattaforme comunicative”. Così il direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, ha annunciato su Instagram la scelta di presentare le sue collezioni due sole volte l’anno. “Mi piacerebbe – si legge negli ‘appunti dal silenzio’ scritti in questi mesi di lockdown, – abbandonare l’armamentario di sigle che hanno colonizzato il nostro mondo: cruise, pre-fall, spring-summer, fall-winter. Mi sembrano parole stantie e denutrite. Sigle di un discorso impersonale, di cui abbiamo smarrito il senso”. Al loro posto, ci “saranno nomi legati, di volta in volt alla musica classica: sinfonie, rapsodie, madrigali, notturni, overture, concerti e minuetti a costellare il mio percorso creativo”. (Ph Ansa)


Lascia un feedback

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Cliccando sul tasto "invia" rilascio il consenso al trattamento per finalità di marketing come al punto 2 dell' informativa sulla privacy e dichiaro di essere maggiore di 16 anni.