Home

Italian Twist: questa è la cultura visiva

10 Giugno 2021 Redazione Company


Il riconoscimento dei diritti civili e di genere, la sorveglianza digitale, la relazione fra natura e uomo, la percezione dello scorrere del tempo: sono alcuni dei temi principali al centro delle opere che compongono “Italian Twist”, collettiva con cui la Fondazione Imago Mundi riapre dal 10 giugno le Gallerie delle Prigioni di Treviso. La mostra, allestita fino al 26 settembre e a cura di Elisa Carollo e Mattia Solari, presenta i lavori di 19 artisti italiani, nati principalmente tra gli anni ’80 e ’90: Paola Angelini, Ruth Beraha e Allison Grimaldi Donahue, Gianluca Concialdi, The Cool Couple, Giuseppe Di Liberto, Irene Fenara, Christian Fogarolli, Riccardo Giacconi, Diego Gualandris, Iva Lulashi, Ruben Montini, Ludovico Orombelli, Fabio Roncato, Alice Ronchi, Alessandro Simonini, Marta Spagnoli, Luca Trevisani, Serena Vestrucci.


Lascia un feedback

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Cliccando sul tasto "invia" rilascio il consenso al trattamento per finalità di marketing come al punto 2 dell' informativa sulla privacy e dichiaro di essere maggiore di 16 anni.