Home

Le foto di Robert Capa a Abano

21 Gennaio 2022 Redazione Company


«Spero di rimanere disoccupato come fotografo di guerra fino alla fine della mia vita», scrisse Robert Capa, pseudonimo di Endre Erno Friedmann (1913 Budapest; 1954 Thai Bihn), alla fine della Seconda guerra mondiale. Purtroppo per lui non fu così, e il grande fotografo, nato in Ungheria da una famiglia ebraica che si occupava di alta moda, naturalizzato statunitense, morì in Vietnam nel 1954. Si spense a soli 40 anni per colpa di una mina antiuomo che lo fece saltare in aria. Di Robert Capa sono noti al pubblico i tanti scatti che documentarono i conflitti più drammatici del ‘900: la Seconda guerra mondiale, lo sbarco in Normandia, la guerra civile spagnola, l’invasione del Giappone in Cina. E quella violenta guerra in Indocina, che gli fu fatale. Ad Abano Terme (Padova), Villa Bassi Rathgeb fino al 5 giugno propone al pubblico la mostra fotografica «Robert capa. Fotografie oltre la guerra» curata da Marco Minuz. Perché se Capa è noto al mondo per le sue foto di guerra, Abano Terme espone invece le sue intense «foto di pace». Un centinaio di scatti organizzati sui tre piani di Villa Bassi Rathgeb e suddivisi in diverse sezioni. Una di queste raccoglie le foto scattate a Copenaghen nell’autunno del 1932 quando assiste alla conferenza di Trotsky sul «Significato della Rivoluzione russa». Foto che segnano il suo trionfo sul Der Weltspiegel. E ancora, quelle celebri del Tour de France del 1939. Ma anche le tante foto scattate sui set cinematografici dove Capa conobbe Ingrid Bergman.


Lascia un feedback

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Cliccando sul tasto "invia" rilascio il consenso al trattamento per finalità di marketing come al punto 2 dell' informativa sulla privacy e dichiaro di essere maggiore di 16 anni.