Home

“Rubò” gioco dai rifiuti: riassunta

11 Gennaio 2019 Redazione Company


Era stata licenziata per aver preso un monopattino destinato al macero, ma ora può tornare al lavoro. La donna, 41 anni, lavorava in un’azienda di raccolta e gestione rifiuti a Torino: fu mandata via e ora verrà assunta nuovamente perché “non si tratta di furto”. La donna aveva recuperato il giocattolo, che qualcuno buttò, per regalarlo al figlio. La Corte d’appello ha annullato il licenziamento, con risarcimento di 12 mensilità. “Giustizia è fatta”, commentano gli avvocati della donna, “soddisfatti soprattutto dal punto di vista umano”.


Lascia un feedback

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Cliccando sul tasto "invia" rilascio il consenso al trattamento per finalità di marketing come al punto 2 dell' informativa sulla privacy e dichiaro di essere maggiore di 16 anni.