Home

Più pasta, più longevi

3 Dicembre 2018 Sparla che ti passa


Diete con poche proteine e un alto apporto di carboidrati possono essere una chiave per la longevità, soprattutto quella del cervello, favorendone un invecchiamento sano. Lo dice una ricerca dell’Università di Sidney, pubblicata su Cell Reports, ricordando però che in questi regimi alimentari non bisogna esagerare con le quantità. “Al momento non ci sono trattamenti farmacologici efficaci per la demenza: possiamo rallentare questo tipo di malattie ma non possiamo fermarle, quindi è stimolante il fatto che stiamo iniziando a identificare diete che possono influenzare il modo in cui il cervello invecchia”, evidenzia l’autore principale dello studio Devin Wahl. La ricerca è la prima a mettere in evidenza che le diete a basso contenuto proteico e ad alto contenuto di carboidrati hanno vantaggi protettivi simili per il cervello a quelli di regimi alimentari che prevedono una restrizione calorica, da anni studiati per i loro benefici sulla longevità.


Lascia un feedback

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *

Cliccando sul tasto "invia" rilascio il consenso al trattamento per finalità di marketing come al punto 2 dell' informativa sulla privacy e dichiaro di essere maggiore di 16 anni.